Divieto sversamento acque reflue ed immissione rifiuti nell’ambiente

Dettagli della notizia

Il Sindaco Invita tutti i cittadini e specialmente i titolari di attività industriali, artigianali e commerciali a non effettuare sversamenti di acque reflue nelle saie, torrenti e canali di scolo in genere che attraversano il territorio comunale

Data:

29 Maggio 2023

Tempo di lettura:

Descrizione

Il Sindaco Invita tutti i cittadini e specialmente i titolari di attività industriali, artigianali e commerciali a non effettuare sversamenti di acque reflue nelle saie, torrenti e canali di scolo in genere che attraversano il territorio comunale

IL SINDACO Considerato che nelle saie, torrenti e canali di scolo in genere che attraversano il territorio comunale si sono ripetutamente registrati sversamenti di liquami sia a cielo aperto sia per fuoruscita dai pozzetti della condotta fognaria;
Dato atto che nelle vicinanze dei predetti corsi idrici sono presenti diversi insediamenti produttivi e nello specifico floro-vivaistici, da cui - tenuto conto della natura e tipologia degli stessi - presumibilmente originano gli sversamenti;
Valutato che:
- nel caso di sversamenti di grossi volumi, vi è il concreto rischio che i liquami finiscano in mare, con conseguente grave pericolo per la salute pubblica e per l'ambiente;
- in ogni caso, il maggiore afflusso conseguente ad eventuali allacci non autorizzati alla condotta fognaria pubblica che conferisce i reflui al depuratore consortile di C.da Cantoni comporta un danno economico per l'Ente per i maggiori importi da versare al Comune di Barcellona P.G. a titolo di " Tariffa del servizio di fognatura e depurazione";
Ritenuto che il testo unico in materia ambientale (D.Lgs n. 152 del 3 aprile 2006) vieta espressamente:
a) di scaricare e/o sversare le acque reflue urbane e industriali nelle saie comunali, sul suolo o negli strati superficiali del sottosuolo e nelle acque sotterrane, fatta eccezione per i casi espressamente previsti dalla normativa vigente ed in particolare all'art. 103, comma 1, lettera a) e seguenti ed all'art. 104, comma 2;
b) immettere rifiuti di qualsiasi genere, allo stato solido o liquido, sul suolo o negli strati superficiali del sottosuolo, nelle acque superficiali e sotterranee;
Tutto ciò premesso
INVITA RIGOROSAMENTE
tutti i cittadini, e specialmente i titolari di attività industriali, artigianali e commerciali, con particolare riguardo alle aziende florovivaistiche, ad adottare tutti gli accorgimenti tecnici opportuni ad evitare i fenomeni di sversamento (ad es. installazione di vasche di laminazione e/o quant'altro necessario) e ad astenersi comunque dall'effettuare sversamenti di acque reflue nelle saie, torrenti e canali di scolo in genere che attraversano il territorio comunale, o dall'immettere rifiuti nell'ambiente;
AVVERTE che porre in essere le condotte vietate, sopra descritte alle lettere a) e b), comporta l'applicazione delle.sanzioni (anche
penali) previste all'art. 137, comma 11, all'art. 255, ed all'art. 256, commi le 2 del D. Lgs. n. 152/2006 e s.m.i.

Ultimo aggiornamento: 20/11/2023, 17:34

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri

Usiamo i cookies e altre tecniche di tracciamento per migliorare la tua esperienza di navigazione nel nostro sito, per mostrarti contenuti personalizzati e annunci mirati, per analizzare il traffico sul nostro sito, e per capire da dove arrivano i nostri visitatori.